In questo articolo…
1.Che cos’è l’insonnia?
2.Cosa porta all’insonnia?
3.Dati e statistiche
4.Come sconfiggere l’insonnia
5.Consigli per l’ambiente in cui dormire

đź•’Tempo di lettura: 4 minuti

1.Che cos’è l’insonnia?

Per definizione l’insonnia è la diminuzione della durata del sonno, o della sua profonditĂ  od effetto ristoratore.

Dunque, è il faticare a prendere sonno e l’avere interruzioni nel sonno non per fattori esterni, come per esempio, il rumore, la presenza di luce o di temperature che non conciliano il sonno.

Annunci

2.Cosa porta all’insonnia?

-esporsi alla luce dei propri dispositivi elettronici entro i 30 minuti dall’andare a dormire

-dormire durante il giorno

-non fare attivitĂ  fisica

-mangiare cibi complessi per cena

-non leggere prima di andare a dormire

-l’avere stress e ansie depressione

E’ consigliato rivolgersi al medico qualora l’insonnia si prolungasse nel tempo (parliamo di settimane) e influisse in modo negativo sulla propria qualitĂ  della vita, per esempio avendo dei riscontri negativi sulla salute psicologica o fisica (per esempio avendo un livello di energia ridotto rispetto al solito).

3.Dati e statistiche

Circa il 35% della popolazione mondiale soffre d’insonnia, e di questi, il 10% ce l’hanno cronica.

Le persone che soffrono d’insonnia riscontrano come effetti negativi secondari irritabilitĂ , sonnolenza diurna, riduzione della motivazione, della concentrazione e della memoriale infine, un malessere generale.

Ricordiamo che vi sono delle abitudini di consumi che possono causare l’insonnia, come il caffè, la nicotina e gli alcolici.

Non si conta come insonnia se l’addormentamento avviene entro i 30 minuti circa.

L’etĂ  può influire sull’insonnia, infatti, il 50% degli anziani ne soffrono.

4.Come sconfiggere l’insonnia?

-educazione ed igiene del sonno: si imparano le fasi del sonno, i cicli circadiani e le differenze individuali in modo da essere consapevoli della propria situazione.

-restrizione del sonno

-controllo dello stimolo: consiste nell’utilizzare il letto solo quando si ha sonnolenza, dunque, non fare altre attivitĂ  come per esempio guardare la televisione o lavorare.

-ristrutturazione cognitiva: identificazione dei pensieri disfunzionali legati al sonno che generano ansia con l’aiuto di un terapeuta.

-tecniche di rilassamento

Scopri 20 Modi per Dormire Bene: https://comelapensoio.com/2021/06/23/20-modi-per-dormire-bene/

5.Consigli per l’ambiente in cui dormire:

-mantenere un orario fisso sia per andare a dormire, che per svegliarsi

-tenere ordinata la propria stanza da letto

-fare un bagno rilassante prima di andare a dormire

-assicurarsi di non essere disturbati dalla luce

-utilizzare cuscini, materasso e coperte che siano di proprio gradimento

Soffrite od avere mai sofferto d’insonnia? A che cosa era dovuto? Fatemelo sapere nei commenti, e se vi è piaciuto l’articolo lasciate un like!