In questo articolo…
1.Che cos’è la guerra?
2.Come termina una guerra?
3.Quante guerre si stanno verificando nel mondo oggi?
4.Perchè entriamo maggiormente in empatia con la guerra russa-ucraina?
5.Come possiamo prepararci in caso di guerra?

🕒Tempo di lettura: 4 minuti

1.Che cos’è la guerra?

La guerra, per definizione è un fenomeno collettivo che ha il suo tratto distintivo nella violenza armata posta in essere fra gruppi organizzati.

Questo fenomeno sociale ha delle importanti ripercussioni sull’economia, ambiente, salute, cultura ed immaginario collettivo.

Se in antichità la guerra doveva essere annunciata con una dichiarazione, oggi la consuetudine è ben diversa: una volta che uno Stato ne colpisce un’altro, L’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) lo condanna e consente allo Stato colpito di difendersi; inoltre, questa organizzazione andrà ad aiutare lo Stato colpito nella guerra.

Notiamo che prima di arrivare ad una guerra, vi è un periodo di tensione in cui le diverse parti hanno dei bisogni differenti, ed infine, vi è un periodo di crisi, dove le parti non sono più disponibili alle trattative e credono di avere dei bisogni incompatibili tra loro.

2.Come termina una guerra?

Una guerra può terminare per armistizio, resa o vincita di una parte; con l’armistizio non vi sono vincitori e vi è la fine della guerra.

Notiamo che più di quanto si facesse in passato, nei periodi di tensione e di crisi, ci si relaziona in modo diplomatico fino a scendere “a patti”, in modo che entrambe le parti rimangano soddisfatte delle trattative.

Annunci

3.Quante guerre si stanno verificando nel mondo oggi?

Attualmente nel mondo si stanno verificando guerre in Etiopia, Yemen, Nigeria, Afghanistan, Libano, Sudan, Haiti, Colombia, Sael, Ucraina e Myanmar.

4.Perchè entriamo maggiormente in empatia con la guerra russa-ucraina?

Stiamo dando più credito alla guerra che si sta svolgendo in Ucraina rispetto alle altre che si stanno svolgendo nel resto del mondo, e ci sentiamo più empaticamente connessi ad essa poiché è quella più vicina a noi geograficamente parlando, poichè fa parte sia dell’Unione Europea che dell’Europa; ed infine, perchè sta producendo una quantità enorme di informazioni e contenuti facilmente reperibili nei moderni mass media.

5.Come possiamo prepararci in caso di guerra?

In caso di guerra è consigliato avere con sé dei contanti, un coltellino multiuso, i documenti di riconoscimento, una torcia elettrica, una radio portatile, del cibo e dell’acqua, dei fiammiferi od un’accendino, delle medicine generiche, lo smartphone con caricabatterie ed un kit di soccorso.

Eravate a conoscenza di quante guerre si stanno verificando nel mondo oggi? Quali fra queste seguite di più? Se volete condividere dei pensieri e delle informazioni, fatelo nei commenti; mentre se vi è piaciuto l’articolo lasciate un like!