photo of teacup with coffees
In questo articolo…
1.La storia del tè
2.La storia del caffè
3.Differenze culturali fra il tè ed il caffè
4.Ecco i 7 benefici comuni del caffè e del tè:
5.Quali sono gli effetti collaterali della caffeina?
6.Quali sono i benefici del tè?
7.Quali sono i benefici del caffè?

Tempo di lettura: 3 minuti

1.La storia del tè

Il tè è una bevanda originaria della civiltà cinese.

Ha sempre avuto molte variazioni date dall’aggiunta di diversi aromi floreali, fruttati, erbacei, amari o dolci; ed è la bevanda più diffusa a mondo dopo l’acqua.

I monaci buddisti adottarono questa bevanda per i loro rituali.

Con l’evolversi degli scambi commerciali fra i vari continenti, il tè arrivò anche in Europa; dove prese maggiormente piede in Inghilterra.

Infatti, qui il tè viene consumato più volte al giorno, soprattutto durante la colazione e alle cinque del pomeriggio, dove viene accompagnato da dolci e tartine.

Annunci

2.La storia del caffè

Si narra che la scoperta del caffè avvenne in Etiopia, quando si notò l’effetto energizzante che aveva per le capre che ci pascolavano.

Succesivamente, con il colonialismo dell’Africa si diffuse in Europa ed infine nelle Americhe.

3.Differenze culturali fra il tè ed il caffè

Il tè viene solitamente sorseggiato con calma mentre si legge un libro o si conversa, dunque con lo scopo di rilassarsi ed avere un momento di piacere dedicato a se stessi; mentre il caffè viene bevuto di fretta con lo scopo di svegliarsi, avere più energie o per ottenere più concentrazione nello studio o nel lavoro.

4.Ecco i 7 benefici comuni del caffè e del tè:

1.Facilitano la digestione

2.Hanno un effetto energetico e tonico

3.Riducono il senso di appetito

4.Combattono la stitichezza

5.Favoriscono il dimagrimento

6.Stimolano la funzionalità cardiaca e nervosa

7.Svolgono una funzione preventiva verso l’Alzheimer e la demenza

8.Favoriscono la capacità dell’essere vigili e del miglioramento delle prestazioni

Annunci

5.Quali sono gli effetti collaterali della caffeina?

-tachicardia

-insonnia

-tremori

-riduce l’assorbimento di calcio e di ferro

-può portare ad acidità di stomaco o reflusso gastroesofageo

Si sconsiglia l’assunzione del caffè di mattina a stomaco vuoto, poiché esso è acido e dal sapore audace ed astringente

Il tè, potrebbe presentare gli stessi effetti collaterali qualora venisse assunto in dosi elevate.

Ricordiamo che il tè contiene meno caffeina rispetto al caffè; infatti nella prima bevanda vi sono circa 30-40mg, mentre nella seconda 60-80mg.

Inoltre, quando beviamo una tazza di caffè, la caffeina agisce più velocemente; mentre quando beviamo una tazza di tè, l’effetto della caffeina è più prolungato.

Il caffè contiene una quantità maggiore id caffeina poiché se ne consuma il grano interno; mentre per farne il tè, vengono scartate delle foglie con una parte significativa della caffeina naturale.

Annunci

6.Quali sono i benefici del tè?

Il tè limita la sensazione di nausea, riduce i mal di testa, aiuta nella digestione e riduce il rischio di cancro e malattie cardiovascolari.

7.Quali sono i benefici del caffè?

Il caffè stimola il funzionamento cognitivo, riduce il rischio di avere delle perdite di memoria ed è un antinfiammatorio

Preferite il tè o il caffè? Fatemelo sapere nei commenti, e se vi è piaciuto l’articolo lasciate un like!