brown donut on white table
Ecco 8 modi per diventare degli ascoltatori attivi:
1.Non concentrarti su di te
2.Sii empatico
3.Fai domande
4.Incoraggia chi ti sta parlando
5.Non interrompere
6.Dai tutta la tua attenzione
7.Mantieni il contatto visivo
8.Fai una sintesi per assicurarti di aver compreso tutto

🕓Tempo di lettura: 3 minuti

Spesso, quando comunichiamo, ci dimentichiamo di ascoltare attivamente ciò che l’altra persona con cui stiamo dialogando cerca di comunicarci.

Soprattutto quando stiamo discutendo con una persona, poiché siamo in disaccordo con una loro opinione, smettiamo di ascoltare veramente per concentrarci su noi stessi e su che cosa ribattere una volta che questa ha finito di parlare.

Il problema è che la parte fondamentale della comunicazione attiva, oltre al parlare in modo che sia il più chiaro possibile per trasmettere un messaggio ad un’altra persona, è quello di ascoltare ciò che questa a sua volta vuole trasmetterci.

Ecco 8 modi per diventare degli ascoltatori attivi:

1.Non concentrarti su di te: non si dovrebbe smettere di ascoltare attivamente per poter pensare a che cosa rispondere successivamente o per poter cercare un modo per poter a propria volta raccontare la propria esperienza su qualcosa che ci è stato appena raccontato.

Non dovremmo in alcun modo spostare l’attenzione su di noi o su qualcos’altro che non sia analogo al tema della conversazione.

2.Sii empatico: l’empatia ci permette di poter capire le emozioni e gli stati d’animo di una persona.

Soprattutto quando ci viene raccontato qualcosa, l’empatia ci permette di comprenderla a pieno e di comprendere come una persona possa essersi sentita in quella situazione concernente al racconto.

Con l’utilizzo dell’empatia è un gioco da ragazzi essere degli ascoltatori attivi, poiché abbiamo la sensazione di venire catapultati dentro ad una storia.

Annunci

3.Fai domande: le domande sono un feedback positivo che farà sentire la persona che sta dialogando con voi compresa e felice dell’attenzione che le state dando e della curiosità che provate verso i suoi confronti.

4.Incoraggia chi ti sta parlando: non sempre le persone sono sicure di se stesse ed hanno l’abilità del parlare in modo fluente e conciso.

Dovremmo incoraggiare chi troviamo titubante nell’esporre la propria idea, esperienza o racconto senza vederla come un’opportunità per prenderne il vantaggio spostando così l’attenzione su di noi.

Dobbiamo dare a tutti la concreta possibilità di poter liberamente esprimere ciò che si pensa.

5.Non interrompere: questa azione potrebbe far perdere il filo del discorso a chi vi sta parlando o potrebbe pensare che siete maleducati nel farlo.

Inoltre, chi sta comunicando con voi avrà la conferma che siete egocentrici e che state pensando a voi.

6.Dai tutta la tua attenzione: non ci si dovrebbe guardare intorno, giocherellare con degli oggetti o guardare il proprio smartphone.

Oltre ad essere degli atteggiamenti maleducati, farete sentire la persona che sta cercando di aprirsi con voi non voluta o poco interessante; e molto probabilmente non si rivolgerà più a voi nel futuro, ma a qualcuno che le dia le giuste attenzioni.

7.Mantieni il contatto visivo: il contatto visivo è segno che si sta seguendo una persona nel suo discorso ed è un chiaro segnale che la nostra attenzione è rivolta al 100% a lei.

8.Fai una sintesi per assicurarti di aver compreso tutto: sarebbe ottimale, cercare di riassumere in poche parole ciò che ci è stato appena riferito in modo non solo di essere sicuro di aver compreso tutto, ma anche per dare la conferma a chi stavamo ascoltando, che l’abbiamo ascoltata attivamente e con interesse per tutto il tempo.

Quali errori pensate di commettere nell’ascolto attivo? Fatemelo sapere nei commenti, e se vi è piaciuto l’articolo lasciate un like!

Annunci