pregnant woman holding ultrasound result photo and putting it near he tummy while standing
In questo articolo…
1.Che cos’è l’aborto?
2.Come può essere indotto l’aborto intenzionale?
3.Il dibattito Pro o Contro l’aborto
4.Perchè si abortisce?
5.La storia della legalizzazione dell’aborto in Italia
6.Che cos’è l’obiezione di coscienza?

🕓Tempo di lettura: 3 minuti

1.Che cos’è l’aborto?

L’aborto si divide in aborto spontaneo ed in aborto indotto; nel primo vi è un’interruzione spontanea della gravidanza, mentre nel secondo essa è intenzionale.

2.Come può essere indotto l’aborto intenzionale?

Il parto intenzionale può avvenire mediante farmaci o chirurgia.

In Italia, questa pratica è accessibile a tutte le donne che la richiedano; la legalizzazione di questa pratica evita il ricorso ad aborti non sicuri che causavano la morte a numerose donne.

Infatti, nei Paesi in cui l’aborto è illegale, molte donne sono costrette ad affidarsi a persone non qualificate che effettuano l’operazione in strutture non adeguatamente sanificate e con attrezzature pericolose.

Ricordiamo che in Italia l’interruzione della gravidanza può essere eseguita solo entro i 90 giorni dal concepimento; dal momento in cui si manifesta la propria volontà, si rimarrà in attesa per 7 giorni.

Questi 7 giorni serviranno alla donna gravida di assicurarsi che la sua scelta sia quella definitiva, se al termine di questo periodo non cambierà idea, si opterà per l’aborto chirurgico o per quello farmacologico.

Annunci

3.Il dibattito Pro o Contro l’aborto

L’aborto è oggetto da tempo ed in vari Paesi del mondo del suo dibattito morale, etico e giuridico.

In alcuni Paesi, per esempio, esso è lecito solo sin casi di stupro, incesto, malformazioni del feto, povertà o rischio per la salute della madre; dunque, nella normalità dei casi non viene ammesso poiché secondo tale ideologia, andrebbe contro il diritto alla vita, e l’aborto per conseguenza sarebbe un omicidio.

In altri Paesi, per esempio come l’Italia, Gran Bretagna, Francia, Svizzera, Australia, Cina, Canada, Russia e Stati Uniti esso viene deliberato a tutte le donne e si da a loro stesse la possibilità di prender decisioni riguardanti il loro corpo.

4.Perchè si abortisce?

-Non si vogliono figli

-Non si può sostenere il costo di un figlio

-Immaturità di uno dei genitori o di entrambi

-Ambiente di coppia non adatto

-Uno od entrambi i genitori hanno malattie mentali

-E’ pericoloso per la vita della madre

-Ci sono anomalie nel feto

5.La storia della legalizzazione dell’aborto in Italia

L’aborto venne legalizzato in Italia nel 1978 con l’intenzione di liberalizzare le donne e renderle protagoniste del loro corpo potendo scegliere se portare a termine la gravidanza o meno; inoltre, la si legalizzò per porre fine al fenomeno degli aborti clandestini che portavano alla morte la maggior parte delle donne che se ne sottoponevano.

Quest’oggi, gli aborti in Italia vengono eseguiti da 6 donne su 1000.

6.Che cos’è l’obiezione di coscienza?

L’obiezione di coscienza, è la possibilità data a medici, ginecologi e operatori sanitari, di potersi rifiutare di eseguire le pratiche di aborto pre ragioni personali, etiche o religiose nonostante la legalizzazione di tale pratica.

In Italia, l’obiezione di coscienza viene applicata dal 69% dei ginecologi e dal 46% degli anestesisti.

Siete Pro o Contro l’aborto? Perché? Fatemelo sapere nei commenti, e se vi è piaciuto l’articolo lasciate un like!

Annunci