In questo articolo…
1.Che cos’è l’intelligenza emotiva?
2.Quali abilità comprende l’intelligenza emotiva?
3.Come possiamo sviluppare l’intelligenza emotiva?
4.Ecco 5 comportamenti che adotterai dopo aver integrato nella tua vita l’intelligenza emotiva:

1.Che cos’è l’intelligenza emotiva?

L’intelligenza emotiva, per definizione, è la capacità di un individuo, di poter distinguere ed definire le proprie emozioni, e quelle degli altri.

L’intelligenza emotiva è stata resa famosa grazie allo psicologo Daniel Goleman, che ha scritto numerosi libri famosi in tutto il mondo al riguardo; ma è stata proposta nel 1990 da due psicologi statunitensi: Peter Salovey e John D.Mayer.

Una persona con una rispettabile IE (Intelligenza Emotiva), ha padronanza di sé, ha empatia, riesce a lavorare in squadra, e riesce a lavorare con serenità anche sotto stress.

Per queste caratteristiche, l’intelligenza emotiva non è solo studiata dalla branca della psicologia (per poter promuovere la crescita personale), ma anche da quella del business

2.Quali abilità comprende l’intelligenza emotiva?

Capacità di adattamento

Empatia: come anticipato precedentemente, è la capacità di poter conoscere le emozioni delle altre persone

Motivazione: è ciò che ci permette di poter realizzare i nostri obbiettivi, che ci dà la carica giusta anche per non mollare il nostro percorso alle prime avversità

Abilità sociale: indica il modo positivo con cui abbiamo delle relazioni con altre persone; dunque, comprende anche l’abilità comunicativa, ovvero, la capacità di poter comunicare trasmettendo le nostre idee nel modo più chiaro e convincente possibile

Consapevolezza di sé stessi: significa avere consapevolezza delle proprie emozioni, e di come queste ci fanno vedere le cose ed agire; inoltre, comprende anche il sapere quali sono le proprie potenzialità e quali sono i propri limiti

Le persone con una modesta intelligenza emotiva hanno dei rapporti sociali (tra cui famigliari e sentimentali) migliori, vengono percepite in maniera positiva e hanno un benessere psicologico più spiccato.

Annunci

3.Come possiamo sviluppare l’intelligenza emotiva?

-Dovremmo iniziare a fare attenzione alle nostre emozioni, chiedendoci la loro natura, ovvero: perché mi sento così? Cosa può essere successo per farmi sentire così?

-Dobbiamo imparare a non ascoltare i nostri pensieri negativi, poiché sono illogici ed automatici e non ci fanno bene: i pensieri negativi ci sminuiscono, ci fanno sentire come se non fossimo abbastanza e sono pronti a criticarci in tutto e per tutto, in qualsiasi momento.

E’ estremamente importante riconoscerli e non ascoltarli, o meglio, imparare a rimpiazzarli con dei pensieri positivi.

-Dovremmo imparare e prestare attenzione al linguaggio non verbale delle persone che ci stanno attorno

-E’ necessario ascoltare attivamente: ciò significa eliminare il nostro giudizio verso la persona che sta comunicando con noi, e focalizzarci sulle sue intenzioni comunicative, ovvero, sul messaggio che realmente vuole comunicarci.

Come possiamo vedere, l’intelligenza emotiva è una competenza molto utile sia dal punto di vista sociale, che personale… dunque vale la pena provare ad introdurla nelle nostre vite come se fosse un nuovo modo positivo di pensare e di vedere le cose, in cui siamo profondamente connessi con noi stessi e con gli altri.

4.Ecco 5 comportamenti che adotterai dopo aver integrato nella tua vita l’intelligenza emotiva:

Accoglierai ogni tipo di cambiamento, sia personale, che sociale

Imparerai a dire di “no” 

Non nutrirai sentimenti negativi verso altre persone, come per esempio l’odio ed il rancore

Saprai disconnetterti sia dal lavoro, che dai momenti di stress, che da internet

Inizierai a vivere per te stesso senza che il parere degli altri su di te e sulla tua vita influisca su di esse e sulla tua felicità

Avevi già sentito parlare dell’intelligenza emotiva? Se sì, in che contesto? Inizierai ad usarla? Fammelo sapere nei commenti, e se ti è piaciuto l’articolo lascia un like!