person writing on white paper
In questo articolo…
1.Che cos’è la workaholic?
2.Come scoprire se si è workaholic?
3.Quali sono le conseguenze della workaholic?
4.Come guarire dalla workaholic?

1.Che cos’è la workaholic?

Workaholic è la denominazione della sindrome da dipendenza dal lavoro.

Chi ne soffre sente io bisogno di lavorare incessamente limitando drasticamente il proprio tempo libero, e dunque il tempo da dedicare a se stessi, alla famiglia, agli amici ed alla propria relazione amorosa.

Questa sindrome, non è molto conosciuta in Italia, mentre altri Paesi del Mondo, come il Giappone, ne fanno un problema di salute nazionale.

In Giappone, infatti la workaholic è talmente diffusa, che hanno coniato un nuovo termine per poter indicare la morte per eccesso di lavoro.

La morte a causa del lavoro svolto assiduamente e con intensità, è causata da infarti cardiaci dovuti alle eccessive ore di lavoro ed alle sue troppo stressanti condizioni.

2.Come scoprire se si è workaholic?

Si è workaholic se si hanno i seguenti sintomi:

-Se si hanno dei pensieri ossessivi o delle preoccupazioni al di fuori dell’orario lavorativo su scadenze, appuntamenti e si ha il timore di poter perdere il proprio lavoro

-Quando si dedicano volontariamente eccessive di lavoro non richieste e senza avere esigenze economiche che giustificherebbero tale 

-Se si lavora anche di notte pensando che dormire sia superfluo, e dunque dando maggiore importanza alla produttività

-Se siete in compagnia della vostra famiglia, dei vostri amici o della vostra dolce metà, ma pensate al lavoro, percependo un’astinenza da lavoro

-Se si manifesta un comportamento aggressivo ed impaziente verso i propri colleghi di lavoro

-Quando si abusa durante la giornata di sostanze contenete caffeina per incentivare la vostra produttività e per non sentire la sensazione di stanchezza

person sitting front of laptop

-Se si preferisce lavorare invece che coltivare il proprio hobby preferito o all’oziare

-Se si trascura le relazioni interpersonali isolandosi nel suo mondo lavorativo e fitto di impegni

-Se si lavora così tanto da risentirne in qualche modo negativamente nella salute

Ricordiamo, che nella maggior parte dei casi, la workaholic si manifesta quando al soggetto piace il proprio lavoro, è motivato e ci ritrova piacere ottenendo magari dei risultati o raggiungendo degli obbiettivi importanti nel minor tempo possibile.

Sicuramente, il fatto di essere sempre reperibili via telefono dal proprio lavoro non aiuta, infatti aggiornare e leggere le mail è una continua tentazione anche durante i nostri giorni di pausa.

Molto spesso, quando si vede un lavoratore che lavora oltre l’orario di lavoro ed è quindi molto dedito in ciò che fa, viene visto come un lavoratore da cui prendere esempio per la sua ambizione per il successo e per il suo impegno.

Ciò che non si tiene conto, invece, sono le conseguenze psicologiche e fisiche che questa dipendenza dal lavoro può portare.

3.Quali sono le conseguenze della workaholic?

Le conseguenze della workaholic sono sia fisiche che psichiche, eccone degli esempi:

-Si possono avere disturbi d’ansia

-Si può sviluppare la sindrome da burnout

-Si può soffrire di squilibri cardiaci

-Si possono riscontrare degli squilibri alimentari

-Si vedono ripercussioni negative con la propria famiglia, con i propri amici e con la relazione amorosa che stiamo vivendo; tutto ciò poiché non si dedica abbastanza tempo (e neanche di qualità) a queste persone a noi care

person using MacBook Pro

4.Come guarire dalla workaholic?

Ecco dei punti da provare per poter guarire dalla workaholic:

-Bisogna imparare a delegare se si è perfezionisti e se si pensa di poter raggiungere io risultato ambito solo da sé

-Reintrodurre nella propria vita del tempo di qualità da poter trascorrere in compagnia della propria famiglia, delle proprie amicizie o con il proprio partner.

Questo vi permetterà di potervi relazionare con altre persone e dunque accedere ad altri punti di vista su come vivere la vita rispetto al vostro.

Per esempio, potreste venire affascinati dal modo di vivere di un vostro amico, che vede il lavoro semplicemente come un modo per ottenere la possibilità di viaggiare nel weekend in un posto nuovo ogni mese.

-Impostare un modo per poter dormire almeno 7 ore: dormire 7 ore è il minimo ed è essenziale per la nostra salute psico-fisica.

Dedicare almeno un’ora al giorno a sé stessi facendo ciò che ci piace, come per esempio, leggere, farsi un bel bagno rilassante, accendere delle candele, prepararsi una merenda elaborata con tanto amore o dedicarvi al vostro sport preferito.

Questo ci permetterà di poter scoprire noi stessi e ci permetterà di imparare ad ascoltare i nostri bisogni e a riscoprire il mondo al di fuori del proprio lavoro.

Disattivare le notifiche delle email nei giorni di pausa e controllarle massimo due volte al giorno, ovvero pomeriggio e sera

Dopo la lettura dell’articolo vi siete resi conto di essere Workaholic o riconoscete questa malattia del lavoro in un vostro parente o amico? Fatemelo sapere nei commenti!